Un giorno a Giethoorn, la città senza strade

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Questo Paesino nel nord est dell’Olanda mi affascinava da anni, avevo visto su Facebook varie foto del villaggio, la sua particolarità è che non ci sono strade con auto ma solo stradine pedonali e ponti con i canali che passano nel mezzo.

 

Giethoorn viene chiamata la Venezia dei Paesi Bassi

 

Come dicevo non ci sono strade: solamente 176 ponti che collegano le sponde e piccoli corsi d’acqua navigabili da imbarcazioni chiamate “punter”, un unica pista ciclabile e tante viuzze da scoprire a piedi.

 

Giethoorn può essere tranquillamente visitata partendo da Amsterdam come abbiamo fatto noi.

 

Come arrivare a Giethoorn

La gita organizzata

Il modo più facile e veloce è fare un tour organizzato, se avete poco tempo come noi.

Prenotate una visita specifica, la nostra scelta è ricaduta sulla Tours & Tickets che avevamo già provato in passato qui ad Amsterdam.

Siamo partiti alle 9.30 verso Giethoorn raggiunta in un ora e mezza passando attraverso la campagna Olandese.

Arrivati nel paesino fiabesco tempo per un caffè e si parte subito per un giro nei canali con una barca tipica.

Noi siamo stati abbastanza sfortunati in quanto la giornata non era delle migliori e la pioggia ci ha inzuppato ben bene!! #COMEPULCINI

visitare Giethoorn

paese senza strade

Nonostante il maltempo però non demordiamo e cerchiamo di goderci a pieno questo bel paese, l’atmosfera è unica, una pace e tranquillità che credo si possa assaporare solo qui, abbiamo qualche ora libera prima di rientrare con il bus e vogliamo sfruttarla più che possiamo.

Per un po’ di tepore visitiamo il Museo, qui si scopre la vita rurale del paese e come non deve essere stato facile  abitare in questo luogo in passato.

museo giethoorn

La pioggia battente non ci da tregua e ci rifugiamo in un ristorante dove mangiamo delle tipiche bruschettone condite con vari ingredienti, per me verdure, per Alessandro uova e formaggio. Rientriamo ad Amsterdam con la speranza di riuscire a tornare in questo paesino in estate, quando il sole sicuramente permette di visitare la cittadina in maniera ideale.

cosa vedere Giethoorn

Il trasporto Pubblico per Giethoorn

 

Giethoorn si trova a 121 chilometri da Amsterdam. Un viaggio da Amsterdam a Giethoorn con i mezzi pubblici impiega circa  2 ore e mezza  (solo andata).

Si può utilizzare il sito 9292  per trovare i mezzi pubblici e i loro orari.

 

Da Amsterdam Centraal

Non c’è stazione ferroviaria a Giethoorn. Se si viaggia da Amsterdam Central, è necessario prendere un treno per Zwolle, e poi cambiare per l’autobus №70. La destinazione finale è Bushalte Dominee Hylkemaweg.

In alternativa si può viaggiare in treno fino alla stazione di Steenwijk e poi prendere l’autobus №70 fino a Dominee Hylkemaweg

Il costo dei trasporti è circa € 25 euro per tratta.

Altrimenti potete fare l’ Holland Travel Ticket, un biglietto che per un giorno permette di viaggiare su treni autobus e Tram in tutta l’Olanda.

I costi :

  • Off-peak Holland Travel Ticket  € 39.00 dal lunedì al venerdì prima delle 06:30 e dalle 09:00 in poi. Valido tutto il giorno durante il fine settimana.
  • Regular Holland Travel Ticket, che ti consente di viaggiare per € 59 (Prezzo dal 1/1/2018: € 55) in treno, autobus, tram e metro in qualsiasi giorno della settimana.paese senza strade Olanda

Arrivare a Giethoorn in auto

Da Amsterdam in automobile si impiega un ora e mezza per arrivare a destinazione.

C’è un parcheggio grande e gratuito a Giethoorn situato in Beulakerweg 135, 8355 DD Giethoorn. Il centro del villaggio dista solo 7-10 minuti a piedi dal parcheggio.

 

Cosa Fare a Giethoorn

 

  • Fare un giro in barca tra i canali, passando sotto i ponti che collegano le case alle strade, ammirando i giardini curati e le vie tranquille in cui scorre la vita locale.
  • In una giornata di sole Pranzare all’aperto a bordo dei canali.
  • Esplorare a piedi il villaggio e i suoi angoli fuori dai sentieri battuti. Vedrai un volto ancora più accogliente e tranquillo di Giethoorn.
  • Visitare il Museo per scoprire la storia e la vita del paese.

Dove Mangiare a Giethoorn

Il villaggio è molto piccolo ma ci sono dei bei ristoranti dove si può mangiare, principalmente sulla via Binnenpad.

In particolare, il ristorante Fratelli serve piatti italiani, il ristorante De Grachthof serve carne affumicata, insalate e piatti a base di formaggio, mentre il Grand Café Fanfare offre un menù stagionale ricco e colorato.

Non lontano dal Binnenpad c’è anche un piccolo hotel (solo 14 camere!), l ‘Hotel Giethoorn, se decidete di passare la notte a Giethoorn.

visitare la città senza strade

Se vi è Piaciuta Giethoorn provate a dare un occhiata alla cittadina dei Mulini a Vento!

mulini a vento Amsterdam

Condividi

Sull’Autore

Mi chiamo Konsuelo, Kappa per gli amici sono un appassionata viaggiatrice, co-founder della Cinetica Video Service società di produzione audiovisiva, insieme ad Alessandro il mio compagno di Vita di lavoro e di avventure viaggiamo in tutto il mondo sia per lavoro che per passione; Abbiamo deciso di creare Karoundtheworld per condividere le nostre esperienze ed essere utili a chi come noi vuole visitare una meta in particolare.

12 commenti

  1. Avevo visto anche io delle foto su facebook di questo luogo che mi aveva colpito molto. Poi me ne sono dimenticata, per ritrovarlo qui. Ho sognato guardando le foto, non mi sarei stupita di vedere delle fate. 😀 E le informazioni che ci hai dato sono molto utili. Grazie!

  2. Giethoorn ce l’ho nel cuore già da diversi anni. Ho visitato l’Olanda nel lontano 2003 ma questo posto da sogno e lo sono persa…grazie per le dritte…non sapevo che ci fossero anche tour in partenza da Amsterdam!

  3. Avevo visto le foto su Instagram ma non avevo letto l’articolo. Pranzare all’aperto sul prato ai bordi dei canali mi ispira tantissimo. Somiglia molto ad un campeggio in cui sono stata in Ungheria vicino a Budapest. Devo constatare che i luoghi nella natura ci attirano sempre.

  4. E’ un posto bellissimo. Sto pensando che sarebbe fantastico per me che posso muovermi in sedia a rotelle senza il pensiero di essere schiacciata da auto di passaggio. Mi preoccupano i ponti. Spero non ci siano gradini 🙂

    • l’accessibilita mi sembra buona da come ho letto, non è necessario andare sui ponti perchè collegano le case ai viali principali. Anche le barche per i tour nel canale so che sono attrezzate

Lascia un commento

20 + nove =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.