Matera – Cosa vedere e fare nei Sassi

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Matera in Basilicata, conosciuta per i suoi pittoreschi quartieri dei sassi, con abitazioni e chiese rupestri scavate nella pietra calcarea.

I sassi risalgono alla preistoria e furono utilizzati come abitazioni fino agli anni ’50 quando i residenti, che vivevano principalmente in condizioni di estrema povertà, furono trasferiti.

Oggi i distretti dei sassi sono uno spettacolo affascinante che può essere visto dall’alto e esplorato a piedi o in ape calessino.

Ci sono diverse chiese rupestri aperte al pubblico, la riproduzione di una tipica casa grotta che si può visitare, oltre alle varie grotte ristrutturate trasformate in hotel e ristoranti anche di charme.

I sassi sono un patrimonio mondiale dell’UNESCO

A causa della sua somiglianza con Gerusalemme, diversi film sono stati girati nei sassi tra cui il famosissimo cult di Mel Gibson, La Passione di Cristo.

Matera è stata scelta per essere la capitale europea della cultura nel 2019

La città più “moderna”, risalente al 13 ° secolo, è  bella e ha diverse chiese interessanti, musei, grandi piazze e una zona pedonale con caffè e ristoranti.

ape matera

Cosa vedere e cosa fare a Matera

Sassi

il distretto dei sassi è la principale attrazione di Matera, sono divisi in Sasso Caveoso e Sasso Barisano.
Si può avere un primo assaggio visivo dei sassi nella città alta, vicino a Piazza Vittorio Veneto, dal Belvedere Luigi Guerricchio, un panorama che di sera sembra un vero presepe!

belvedere matera

Da qui iniziate la discesa verso le case grotta fino alla chiesa di San Pietro Caveoso in fondo al quartiere dei sassi. Una visita alla chiesa di Santa Maria de Idris al centro del Sasso Caveoso è interessante per i suoi affreschi Bizantini.

Chiese rupestri

I monaci si stabilirono in queste grotte già nel 7 ° secolo. È possibile visitare molte delle vecchie chiese rupestri (con costi di ammissione) ma hanno orari di visita piuttosto limitati. In alcune si possono vedere interessanti affreschi che sono vecchi di secoli. San Pietro Barisano è la chiesa rupestre più grande di Matera, realizzata con massi di tufo.

Casa Grotta

visita matera

Nei sassi per meglio comprendere la vita difficile prima del trasferimento nella città nuova, è possibile visitare una casa grotta, una tipica abitazione arredata con mobili ed attrezzi autentici.
La casa veniva vissuta sia dalle famiglie sia dagli animali di proprietà come galline e muli, che venivano ricoverati dentro. A partire dal 1800 le condizioni igenico sanitarie nei sassi iniziarono a peggiorare fino a diventare negli anni ’40 quella che fu chiamata “ Vergogna d’Italia”, così le istituzioni sgomberarono i sassi e le case grotta, rimase un luogo disabitato fino alla rinascita che oggi vediamo.

Centro storico

Piazza Vittorio Veneto è una piazza vivace con numerose chiese e caffè e resti romani.
Qui si trova il Palombaro Lungo, una cisterna sotterranea visitabile, si dirama con un labirinto sotto il centro storico ed ha un atmosfera molto particolare..

matera

La fontana della piazza ha una luce colorata durante la notte. A poca distanza dalla piazza, la chiesa di San Giovanni Battista è un buon esempio di stile romanico.

Via del Corso invece è una strada commerciale che porta a Piazza San Francesco e Piazza Sedile, dove è possibile visitare l’Auditorium del Sedile.

Musei

Ci sono diversi musei da visitare, quello di cultura contadina, il Museo Archeologico Nazionale Domenico Ridola e il museo di arte moderna di Palazzo Lanfranchi.

Cosa Mangiare a Matera

La cucina di questa terra è di origine contadina in cui legumi, verdure e pasta fatta in casa la fanno da padrone.

La pasta come le orecchiette viene condita solitamente con cime di rapa, pomodoro o i famosi funghi cardoncelli.

Anche i Peperoni cruschi hanno conquistato una meritata fama, sono una qualità dolce che viene essiccata e fritta, li trovere un po’ ovunque, dagli antipasti ai secondi.

La Crapiata invece è una zuppa a base di legumi molto apprezzata in inverno.

I miei consigli per visitare Matera

  • Indossate scarpe comode
  • Fate una breve visita guidata in Ape calessino e fatevi raccontare la storia da chi l’ha vissuta
  • Perdetevi tra i vicoli e le case scavate nella roccia

Noi abbiamo unito la visita di Matera a un breve tour in Puglia che comprendeva Alberobello, il nostro Diario di viaggio racconta la nostra esperienza e quello che abbiamo fatto.

alberobello e matera

Seguiteci nel nostro video per vedere il nostro giro in Ape!

Condividi

Sull’Autore

Mi chiamo Konsuelo, Kappa per gli amici sono un appassionata viaggiatrice, co-founder della Cinetica Video Service società di produzione audiovisiva, insieme ad Alessandro il mio compagno di Vita di lavoro e di avventure viaggiamo in tutto il mondo sia per lavoro che per passione; Abbiamo deciso di creare Karoundtheworld per condividere le nostre esperienze ed essere utili a chi come noi vuole visitare una meta in particolare.

7 commenti

  1. Ma quanto bella è Matera? A me è piaciuto attraversare le viette di giorno, ma di sera da’ il meglio. Sembra un presepe. Il mio sogno sarebbe dormire una notte in una casa grotta (come quella che hai fotografato) , ma anche io ho visitato Matera in un solo giorno, non ho alloggiato li.

  2. Questo post mi è piaciuto tanto perché mi hai dato delle informazioni precise, con luoghi precisi di Matera, non solo le classiche (seppur belle) foto panoramiche dei sassi! Il giro sull’ape calessino mi ha fatta subito innamorare, lo farei senza pensarci due volte!

  3. Sono stata a Matera una sola volta tanti anni fa e mi aveva colpito molto, soprattutto la vista dal colle dove c’è il Cristo, straordinario il panorama e l’energia che aleggiava. Il paesino è molto caratteristico e la spiaggia sicuramente particolare. Non sapevo essere patrimonio dell’UNESCO ma è facile capirne il perché.

  4. Che meraviglia!
    Sogno di visitarla da anni.. e vedendo anche il vostro giro in ape mi è venuta ancor più voglia!
    Grazie per le dritte 😉

  5. Quante interessanti dritte per scoprire la mitica Matera e i suoi sassi! Io ci sono stata da piccolina, ma non ricordo proprio nulla! Dovrei organizzare una bella gita!

Lascia un commento

20 + sette =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.