Cinque Terre – Guida di Viaggio

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Le Cinque Terre, paesini di pescatori arroccati tra mare e terra in Liguria

Cinque pittoresche cittadine che compongono un Parco Nazionale, arroccate lungo la frastagliata scogliera della Riviera ligure. La costa, i villaggi e la collina circostante fanno tutti parte del Parco Nazionale delle Cinque Terre ed è un patrimonio mondiale dell’UNESCO.

In ognuna delle città si trovano terrazze colorate, strade tortuose, dozzine di barche da pesca, montagne coperte di vigneti e alcuni dei migliori tramonti che si possono vedere sul mare.

I paesi da Vedere nelle Cinque terre

Riomaggiore è il primo paese partendo da la Spezia che sorge in una piccola valle di fronte al mare. Le barche da pesca costeggiano una minuscola spiaggia, con una strada principale che riporta in città con ristoranti e boutique leggermente più affollati rispetto alle altre città.

cinque terre

Manarola è la più tranquilla e romantica e la più antica delle cinque città, con la chiesa di San Lorenzo che risale al 1338. Il modo migliore per visitarla è passeggiare dalla chiesa attraverso la strada principale verso il mare.

Corniglia si trova a 100 metri sopra il livello del mare si possono usare le scale o bus navetta dalla stazione ferroviaria sottostante per arrivare al paese. Vanta splendidi panorami.

Vernazza è la città preferita da molte persone. Ha una strada principale che porta a una piazza principale, che si affaccia su una baia protetta dove nuotare, o saltare giù dalle rocce.

vernazza cinque terre

Monterosso ha un bellissimo mare blu e roccioso che conduce verso la pittoresca cittadina. I bagnanti si affollano sulla spiaggia a pagamento, ma se si continua a camminare attraverso il tunnel c’è un’altra spiaggia libera di fronte alla città. Monterosso ha anche la maggior parte dei ristoranti, caffè e negozi di tutte le Cinque Terre che attirano quindi molta folla.

visitare cinque terre

Quando andare alle Cinque Terre

L’alta stagione inizia dopo il fine settimana di Pasqua e dura fino a ottobre. I mesi più affollati sono da maggio ad agosto. L’alta stagione diventa molto affollata.

In bassa stagione, la pioggia è prassi comune, il mese più piovoso è novembre quindi non è il momento migliore per visitarle.

Come Arrivare alle Cinque Terre

→ In Aereo

L’aeroporto più vicino e comodo è quello di Pisa, da li si può prendere il treno.

→In treno

Il treno locale, il Cinque Terre Express, corre lungo la costa tra le stazioni di La Spezia Centrale e Levanto. Si ferma in tutte e cinque le città (Monterosso, Corniglia, Vernazza, Manarola, Riomaggiore) e dovrai spostarti tra loro una volta che sei in zona (a meno che non opti per un’escursione sui sentieri più impegnativi) . A partire dall’estate 2016, il costo delle Cinque Terre Express è di € 4 a viaggio.

→In macchina

L’accesso alle auto private è scoraggiato nelle Cinque Terre, quindi se si arriva con l’auto, conviene parcheggiare a La Spezia o Levanto, e poi prendere il treno Cinque Terre Express nell’area del parco. Ci sono parcheggi piccoli e costosi nella parte superiore di ogni villaggio. Alcuni hotel dispongono di parcheggio.

→In barca

• In estate (da marzo a ottobre), ci sono collegamenti giornalieri in traghetto per le Cinque Terre da La Spezia, Lerici, Levanto e Portovenere, anche se sono sospese in caso di maltempo.

Come muoversi tra le Cinque Terre:

→Con il treno:

• Prendi il Cinque Terre Express, descritto sopra.

→Con il bus:

• Un servizio di mini-bus chiamato Explora5Terre è stato lanciato a luglio 2016 e offre un servizio tra tutte le città. Questa è una formula hop-on, hop-off con viste panoramiche, aria condizionata e audioguida rivolta ai viaggiatori individuali. I biglietti giornalieri costano € 22, con sconti per bambini.

→In barca:

• Ci sono anche collegamenti con traghetti turistici con una formula hop-on, hop-off. I biglietti giornalieri costano € 30, con sconti per bambini.

→A piedi:

• Il modo tradizionale per spostarsi tra le città è a piedi. L’accesso al sentiero principale (592) che corre lungo la costa è consentito solo con la Carta delle Cinque Terre. I sentieri interni sono disponibili ma richiedono un buon livello di preparazione fisica o escursionistica.

Cose da fare alle Cinque Terre

  • Trekking. Ci sono dozzine di sentieri che serpeggiano tra i villaggi e oltre la collina.
  • • Godersi il mare che si tratti di fare un tuffo, di prendere il sole o praticare sport acquatici. Immersioni e snorkeling a Riomaggiore, parapendio a Monterosso e kayak a Vernazza sono tutti modi divertenti per esplorare la costa.
  • Se preferite godervi il panorama senza sudare, prendete in considerazione un giro in barca. Si può scegliere tra vari Boat Tour che portano nei migliori punti segreti per una nuotata con pranzo e bevande iincluse
  • Il vino. Prima del turismo, la vinificazione era una delle industrie principali qui, e quasi ogni pezzo di terra arabile era usato a tal fine. Vigneti terrazzati sono stati scavati l’uno sull’altro lungo le colline lungo la costa, e molti sono ancora produttivi . Entra in contatto con un’azienda vinicola come la Cantina Cinque Terre per un tour sulla scogliera.

Buon Viaggio

Condividi

Sull’Autore

Mi chiamo Konsuelo, Kappa per gli amici sono un appassionata viaggiatrice, co-founder della Cinetica Video Service società di produzione audiovisiva, insieme ad Alessandro il mio compagno di Vita di lavoro e di avventure viaggiamo in tutto il mondo sia per lavoro che per passione; Abbiamo deciso di creare Karoundtheworld per condividere le nostre esperienze ed essere utili a chi come noi vuole visitare una meta in particolare.

Lascia un commento

quattro + dieci =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.