Repubblica Dominicana – Diario di Viaggio in Paradiso

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Luglio è tempo di vacanze e mare, noi quest’anno siamo approdati in una delle isole più belle dei Caraibi!

La Repubblica Dominicana è una delle destinazioni che avevo in mente da un po’, qui non c’è solo il magnifico mare turchese con spiagge bianche, il paese è ricco di storia, natura e cultura, un mix perfetto per relax e scoperta del territorio.

La scelta della zona e del Resort – Bayahibe & il Viva Wyndham Dominicus Beach

Bayahibe è una zona molto tranquilla, un piccolo paesino di pescatori che vivono ancora a ritmi lenti. Nella zona di Dominicus sono sorti diversi Resort e piccoli alberghi perfettamente integrati con la natura e il contesto locale.

Il Viva Wyndham Dominicus Beach è un Resort All Inclusive immerso nel verde dei suoi giardini, ha ben 4 piscine tra cui scegliere ed una spiaggia lunghissima contornata da palme da cocco,  ho trovato il mio angolo preferito e ho passato ore seduta sulla riva a godermi il mare dei Caraibi.

Come dicevo il Resort è All Inclusive, quindi dalla mattina alla sera si mangia e si beve!

I ristoranti sono sei, un ristorante principale a buffet e ristoranti à la carte con cucine differenti dove prenotando si può mangiare a cena  , inoltre il ristorante Atlantis con menù gourmet e specializzato in pesce è prenotabile a pagamento, così come si può anche usufruire con un piccolissimo extra dei 3 ristoranti à la carte presso la struttura gemella Viva Wyndham Dominicus Palace, naturalmente neanche a dirlo, noi ne abbiamo usufruito! #GOLOSI

Anche come attività non ci si annoia, oltre ad una palestra ben fornita ci sono campi da tennis, Trapezio, beach volley e molte attività acquatiche.

La sera ci sono spettacoli sempre diversi che terminano con una festa a suon di musica nella zona centrale.

restort repubblica dominicana

Santo domingo viaggio

repubblica dominicana vacanza

Era tanto tempo che non andavo in un All Inclusive e devo dire che questo mi ha addirittura sorpreso per la qualità dell’offerta gastronomica.

Per la nostra Recensione dettagliata e per scoprire tutto sulla nostra esperienza al Dominicus Beach leggete l’articolo dedicato.

Viva Dominicus Beach

In volo con Blue Panorama verso la Repubblica Dominicana

La Romana è l’aeroporto più vicino per la zona di Bayahibe, distante circa 10 ore di volo dall’Italia con volo diretto, la compagnia aerea che ci ha portato ai Caraibi è stata la Blue Panorama, inizialmente leggendo le varie recensioni in giro mi sono spaventata non poco!

Disservizi, ritardi, aerei vecchi e scomodi e molto altro, mi aspettavo un incubo, invece non è andata affatto male. #SONO-ANSIOSA

Questa compagnia in caso di volo charter (incluso in un pacchetto vacanza) non permette il check in on line, così per prendere i posti desiderati si deve fare alla vecchia maniera direttamente al desk, arrivati in aeroporto con oltre 3 ore di anticipo, pensando ingenuamente di essere i primi o giù di lì ci siamo trovati davanti una fila talmente lunga che credevo non avremmo fatto in tempo a prendere il volo!!! #PANICO

La mia speranza di trovare i posti extra large alle uscite di sicurezza svaniva al passare dei minuti rimasti in attesa in fila, ma dopo circa un oretta finalmente arriviamo al desk, chiedo i posti extra ed il ragazzo mi conferma che ce ne sono due, ero così felice che lo avrei riempito di baci! Invece mi sono limitata a pagare i nostri 50 euro a testa per i posti e proseguire ai controlli di sicurezza.

I posti extra sono sempre più comodi, specialmente per noi che siamo alti e con qualche “acciacco” alle ginocchia. Infatti le ore di volo passano tranquille e Alessandro addirittura dorme tutto il tempo.

L’aereo non è dei più nuovi ma dopotutto 10 ore sono state tranquille. Il mio consiglio però è di prestare attenzione al bagaglio a mano in quanto sono molto rigidi e deve rispettare le misure, altrimenti dovrete pagare una cifra salata per imbarcarlo.#HO-VISTO-COSE-CHE-VOI-UMANI

L’arrivo a Bayahibe

Arrivati finalmente in Repubblica Dominicana, scendiamo nel piccolo aeroporto di La Romana, sbrighiamo le formalità per il visto e mettiamo ufficialmente piede in terra caraibica.

In una ventina di minuti arriviamo al Viva Dominicus Beach Resort,  sorseggiamo un cocktail di benvenuto delizioso  e prendiamo possesso della bella stanza dove passeremo la settimana.

Approfittiamo subito del ristorante a buffet per la cena e apprezzo molto la varietà delle portate tra cui scegliere, a pancia piena iniziamo ad esplorare il resort che da subito ci appare ben inserito nell’ambiente naturale, tanto verde e palme altissime che si alternano a palazzine e bungalow.

Il giorno seguente abbiamo già la prima escursione!

Dominibus

Avete presente un bus anni 50?

escursioni Bayahibe

Il Dominibus è un autobus d’epoca ristrutturato e colorato che porta in giro alla scoperta della zona. Aperto ai lati permette di apprezzare il panorama a pieno e fare foto e video perfetti. Il giro si fa in mattinata e comprende uno stop ad Altos De Chavon, un compresso costruito su modello di un paesino medievale mediterraneo che vanta una splendida vista sul fiume Chavon e un anfiteatro pazzesco in cui si è esibito anche Andrea Bocelli.

Repubblica dominicana cosa vedere

Durante il giro si visita anche una scuola speciale, che grazie all’aiuto di vari sostenitori più o meno famosi, permette ai bambini ed ai ragazzi della zona di avere un istruzione e una formazione che vada a migliorare il loro futuro.

Il Conquista Park è un altro stop del tour, un museo che ho trovato interessantissimo, racconta ed espone la storia dei Tainos, la popolazione indigena originaria dell’isola e il loro declino a causa dei conquistatori Spagnoli, una storia travagliata che avevo studiato sui libri, ma toccata con mano da vicino è un altra cosa.

Un breve giro a La Romana, la città principale di questa zona e poi via verso il fiume.

Lo avevamo visto dall’alto e ora ci navighiamo sopra! Una zattera si fa largo tra queste acque che sono state il set cinematografico di molti film come “Anaconda” e “Apocalypse Now”.

Escursione Bayahibe

A bordo si balla a ritmi latini e si beve la famosa “Vitamina” il Rum locale.

Siamo di ritorno al Resort per pranzo e approfittiamo di un altro ristorante aperto a pranzo come buffet, “la Roca” anche qui scelta varia e qualità ottima, la pizza appena sfornata che ho mangiato lì ancora me la sogno durante i tristi pranzi in ufficio! #FAME

Le mie giornate in Repubblica Dominicana

Hotel Repubblica dominicana

Il pomeriggio del primo giorno ho finalmente l’occasione di buttarmi in questo fantastico mare caraibico, sabbia bianca e mare turchese, il tratto di costa del Dominicus ha conquistato la Bandiera blu e se la merita tutta.

Passeggio sulla lunghissima spiaggia e arrivo fino al faro della zona pubblica, è un vero paradiso.

Era tanto che non mi prendevo un po’ di tempo per me stessa, tra un bagno in mare e uno nella Jacuzzi mi rilasso in santa pace. #OGNI-TANTO-CI-VUOLE

repubblica dominicana

Le mie giornate sono passate in tranquillità tra mare, passeggiate, qualche attività e mojito a volontà.

Ogni sera proviamo ristoranti diversi, passiamo dal cibo Fusion del “25” a quello Messicano in cui ho bevuto un Margarita da sogno e assaggiato una guacamole buona come non mai.

Il ristorante che mi ha stupito di più è stato il Bambù, cucina orientale fatta molto bene, ho preso un curry indiano che era notevolmente buono, il Bambù è al Viva Palace, hotel gemello e nello stesso comprensorio del Dominicus Beach, per un piccolo, piccolissimo sovrapprezzo si può mangiare anche lì come dicevo.

Uno dei ristoranti serali più i voga è l’Atlantis, sono famose le sue aragoste e i suoi piatti di pesce. La Pizzeria invece è uno dei posti che mi ha più stupito, la pizza cotta con il forno a legna viene sfornata di continuo dal tardo pomeriggio alle 7 di mattina. #TUTTA-LA-NOTTE

L’ultima sera in uno dei ristoranti del Palace, il “Viva Café” abbiamo vissuto una delle esperienze indimenticabili della mia vita, una cena romantica in spiaggia, illuminati solo dalle candele e dalla luce delle stelle.

bayahibe

La mattina prestissimo a causa del fuso orario in genere ero già sveglia,  che cosa potevo fare prima di colazione se non andare diretta in spiaggia e buttarmi in mare per un energizzante bagno mattutino?

In spiaggia a quell’ora avevo poca compagnia e spesso in lontananza vedevo una coppia, credo francese, camminare mano nella mano mentre io lentamente mi immergevo nel mare tiepido, uno dei momenti più belli del viaggio.

Le giornate sono passate fin troppo veloci, non sono riuscita mai ad annoiarmi, ci sono numerose attività da fare e anche sport acquatici, io ho provato tutte le piscine ma alla fine tornavo sempre nel mio angolo di mare preferito, quello di fronte al ristorante “La Terrazza”.

Viva Dominicus beach

Il reparto degli sport acquatici è molto fornito, e oltre alle mie adorate canoe- Kayak si possono usare dei mini catamarani, le paddle board e praticare wind-surf. Una delle attività che invece mi sono trovata più volte ad ammirare ma che per la mia paura dell’alto non sono riuscita a fare è il trapezio, i ragazzi istruttori sono molto bravi e fanno volteggiare in aria chi vuole provare.

viva dominicus beach

Se avete bisogno di connettervi ad internet c’è un wifi libero nelle zone comuni che funziona bene, altrimenti se volete il Premium che arriva nelle stanze lo potete acquistare nell’apposito ufficio.

All’interno del Resort ci sono numerosi negozi che vendono souvenir, cosmetici e prodotti per l’igiene personale, snack e gelati e vestiti. Se dimenticate come me lo spazzolino e il dentifricio a casa non c’è problema, qui trovate il necessario!

La sera al Viva resort il teatro si anima, c’è uno spettacolo diverso ogni giorno, lo staff di animazione lavora sodo per mettere in scena show ed intrattenimento, purtroppo però le prime sere il fuso orario si fa sentire e io non riesco proprio a tenere gli occhi aperti, ho recuperato a metà settimana godendomi a pieno lo show degli acrobati e quello tributo a Michael Jackson!

viva dominicus beach

Alla fine degli spettacoli poi la zona centrale chiamata Placita si anima con musica e balli fino a tardi.

Le escursioni

Dopo la prima gita con il Dominibus abbiamo deciso di prendere parte ad altre due escursioni, l’isola di Saona e un adrenalinico giro in Quad e Buggy chiamato Crazy Wheels.

L’Isola di Saona

Saona è un isola abitata da pescatori, è parte del Parco nazionale dell’Est ed è famosa per le mangrovie, le barriere coralline, le spiagge di palme e le stelle marine che popolavano le piscine naturali, oggi purtroppo le stelle sono state spostate per la loro salvaguardia,  negli anni molte stelle sono morte a causa della scelleratezza di alcuni turisti che le tenevano in mano fuori dall’acqua, così il governo a deciso di spostarle, chi è venuto qui anni fa racconta di distese di stelle meravigliose.

Al di là di questo è una vera meraviglia tropicale, uno di quei panorami che viene in mente quando si pronuncia la parola Caraibi.

Caraibi repubblica dominicana

Per arrivare a Saona si parte dal molo del Resort e in barca veloce in poco tempo si arriva alle piscine naturali, l’isola è ancora molto selvaggia in quanto il turismo viene limitato e non ci sono strutture ricettive per pernottare, il paesino di Mano Juan abitato da circa un centinaio di pescatori e dalle loro famiglie che vivono sull’isola, non ha ne strade ne auto, solo case colorate, cani che sguazzano felici in acqua e qualche negozietto per i turisti che approdano qui.

Mano Juan

Il pranzo viene servito a buffet in una zona poco distante, dove a disposizione ci sono anche lettini ed ombrelloni.

Il rientro in Catamarano è la ciliegina sulla torta per concludere la gita, navigare spinti dal vento durante il tramonto con il sole che cala in mare .

Crazy Wheels

Una “ botta” di divertimento con questa escursione, si visita la campagna di Bayahibe sfrecciando attraverso i campi di canna da zucchero in buggy e in quad, una guida esperta ci ha portato in giro in gruppo, inizialmente spiegandoci come guidare i due veicoli poi ci ha accompagnato attraverso la zona più rurale dell’entroterra, tra villaggi e sulla riva del fiume Chavon. Necessari occhiali e bandana per coprire naso e bocca per la grande quantità di polvere e terra.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da K Around The World (@k_around_the_world_) in data:

La zona fuori dal Resort

La zona di Dominicus Beach dove sorge il Viva Resort è molto tranquilla, si può fare una  passeggiata e incontrare  molti europei ed italiani che si sono trasferiti qui, sia persone locali.

Negozietti e ristorantini sono presenti sulla via principale e un piccolo ma fornito supermercato si trova a breve distanza dall’ingresso principale del Viva.

A 10 minuti di Taxi c’è il paesino di Bayahibe, un pueblo in cui c’è una lunga spiaggia pubblica, dei negozi e numerosi locali dove mangiare e bere.

I Consigli per la Repubblica Dominicana

Quando si parla di Caraibi si parla di sole Cocente perciò crema solare a volontà e cappello quando necessario.

La corrente è 110v con spina di tipo ….. serve un adattore e assicuratevi che i vostri apparecchi supportino questo voltaggio

→ All’uscita dal paese c’è una tassa di 20 euro da pagare, oppure 20 dollari in contanti

→ Parlare qualche parola di spagnolo vi sarà molto utile per comunicare

→ La moneta locale è il Peso dominicano ma euro e dollari sono ampiamente accettati, nel resort c’è un cambio valute che potete utilizzare

Shopping – Cosa comprare in Repubblica dominicana

I prodotti locali che vi consiglio di acquistare sono:

I sigari: quelli prodotti nella Repubblica Dominicana hanno conquistato gli Stati Uniti per qualità

Il caffè: dal gusto morbido e piacevole trovate sacchetti di diverse grammature da portare a casa come souvenir

Mama Juana: un liquore composto da rum, vino, erbe aromatiche e radici dolcificato col miele. Nella tradizione dominicana è considerato un afrodisiaco.

Larimar: una pietra che viene estratta solo in Repubblica Dominicana dal colore azzurro bianco, si dice che arrivi direttamente da Atlantide.

Rum: la bevanda alcolica simbolo nazionale, fatto con la canna da zucchero viene offerto sempre e ovunque. Trovate anche bottiglie piccoline da acquistare.

La conclusione di un viaggio in Repubblica Dominicana

Le belle cose hanno sempre una fine, anche il nostro viaggio ai Caraibi giunge al termine, salutiamo il Viva Dominicus Beach e prendiamo il volo di rientro in Italia, per un bel po’ però sogneremo le spiagge bianche e le palme che orlavano il lungomare di questa incredibile terra!

Condividi

Sull’Autore

Mi chiamo Konsuelo, Kappa per gli amici sono un appassionata viaggiatrice, co-founder della Cinetica Video Service società di produzione audiovisiva, insieme ad Alessandro il mio compagno di Vita di lavoro e di avventure viaggiamo in tutto il mondo sia per lavoro che per passione; Abbiamo deciso di creare Karoundtheworld per condividere le nostre esperienze ed essere utili a chi come noi vuole visitare una meta in particolare.

25 commenti

  1. Che bel viaggio, complimenti per le foto e per i tui consigli, devo dire che non sono mai stata ho avuto sempre un pò di paura, ma grazie al tuo post, ho cambiato idea, grazie.

  2. che racconto appassionante e foto coinvolgenti! vien proprio voglia di prendere la valigia e partire !

  3. Sembra veramente un bel posto. Non credevo ci fossero cosi tanti punti d’interesse culturale. So che non è il periodo migliore Luglio e Agosto, tu come l’hai trovato?

  4. Anche noi siamo stati a Bayahibe, ma eravamo nell’hotel a fianco al tuo.
    Ci è piaciuto molto il nostro viaggio a Santo Domingo!
    Bellissime le tue foto di Altos De Chavon anche noi ci siamo stati

  5. Caspita che diario dettagliato. Bellissimo. MI hai fatto venire voglia di partire per il mare. Invece parto per un posto freddissimo. 🙂 Grazie per questo racconto

  6. Una meta da sogno, ricca di itinerari e proposte per una vacanza che mette insieme relax, avventura, contatto con la natura, mare incontaminato e cultura… serve altro? Mi piacerebbe visitare la Repubblica Dominicana e non escludo di farlo entro il prossimo anno. Il tuo post, ricchissimo di dettagli e info utili, potrà essermi di grande aiuto. Grazie.

  7. Una meta da sogno, ricca di itinerari e proposte per una vacanza che mette insieme relax, avventura, contatto con la natura, mare incontaminato e cultura… serve altro? Mi piacerebbe visitare la Repubblica Dominicana e non escludo di farlo entro il prossimo anno. Il tuo post, ricchissimo di dettagli e info utili, potrà essermi di grande aiuto. Grazie.

  8. E’ tornata proprio ieri sera una cara amica di famiglia dopo un viaggio in repubblica dominicana si è trovata benissimo anche lei e non vede l’ora di tornarci e mi sa che la prox volta ci vengo pure io!

  9. Spiaggia bianca e mare turchese é un sogno per tutti. Credimi, quando hai scritto: “Era tanto che non mi prendevo un po’ di tempo per me stessa, tra un bagno in mare e uno nella Jacuzzi mi rilasso in santa pace”, ho pensato quanto mi piacerebbe essere lí

  10. Articolo da cui avere diverse idee per un bellissimo viaggio in questo paradiso.
    Ottimo perché in poche righe hai descritto tutto quello che è necessario per una vacanza da sogno

  11. Santo Domingo è stato uno dei primi viaggi in resort che ho fatto , e rimane per me una delle piu belle isole per rilassarsi, per fare bagni in acqua azzurra, per divertirsi. Il resorto che hai scelto è non ottimo, di più, ogni tanto farsi coccolare non è una brutta idea! Grazie per avermi riportata nella repubblilca domenicana

  12. Sono stata ai Caraibi diverse volte, ma mai alla Repubblica Dominicana. Trovo che siano posti meravigliosi estremamente rilassanti e pieni di fascino

  13. Davvero un paradiso dove sei stata…mi piace molto anche la struttura che ti ha ospitata davvero il top…e poi li c’è il rum!adoro!

  14. BELLISSIMO RACCONTO. il sogno di molti vivere il mare come lo hai vissuto tu nel completo relax senza dover pensare a cosa fare. Ne avrei veramente bisogno. bellissimo anche il resort.

  15. Grazie per i tuoi consigli, sono molto utili. La Repubblica Domenica è un’ottima scelta per scoprire il fantastico mare dei Caraibi!

  16. Bello questo post, ma soprattutto belli i luoghi che hai visitato. Mi hai fatto venire viglia di prendere le valigie e partire per la Repubblica Dominicana. 🙂

Lascia un commento

4 + 19 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.