Bangkok Thailandia – Racconto di viaggio

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Novembre è uno dei mesi migliori per viaggiare in Thailandia, così io e Alessandro siamo partiti per questo paese che  amo moltissimo, un viaggio speciale che ha toccato varie mete, Bangkok, Phuket e le isole delle Andamane in crociera su uno splendido Veliero Star Clipper.

Con un volo Qatar Airways con scalo a Doha direzione Bangkok, abbiamo lasciato una fredda e piovosa giornata invernale verso il clima caldo del paese del sorriso.

Il volo è andato molto bene, la Qatar si è dimostrata una buona compagnia con la quale viaggiare.

Qui trovate la nostra recensione del volo nella loro premiata Business Class.

Arrivati al Bangkok Suvarnabhumi airport passiamo i controlli abbastanza velocemente e ci dirigiamo verso la zona dell’airport link, per cambiare dei soldi a tasso favorevole negli uffici di cambio che si trovano lì, il migliore sembra essere l’ufficio della catena Superrich, rispetto a quelli vicino all’uscita sono decisamente più convenienti e vale la pena fare due passi in più.

Con la moneta locale (BAHT) compriamo una sim locale per i dati internet con la compagnia Dtac (15 giorni 599 baht) e andiamo ad aspettare il taxi che avevamo già prenotato dall’Italia per raggiungere il nostro hotel.

Ci sono vari modi per raggiungere il centro, il più economico è sicuramente l’Airport Link il treno che collega l’aeroporto alla metro, ma anche i taxi costano molto poco rispetto all’Europa.

Il nostro hotel è il 137 Pillars Suites & Residence, in zona Phrom Phong, una delle nuove aree molto amate dagli stranieri che vivono in città.

hotel lusso

L’ hotel è veramente bellissimo, nonostante non sia proprio nella zona centrale la fermata della Bts, lo skytrain che permette di muoversi in giro per la città evitando il famoso traffico infernale della città, è a circa 900 metri e una comoda navetta parte dalla hall ogni mezz’ora.

La nostra stanza è una magnifica suite di oltre 90 metri quadri, con un maxi bar ed una cantinetta dei vini, una sala da pranzo con salotto, la camera da letto con cabina armadio e un magnifico bagno con una splendida vasca circolare e servizi separati. Per scoprire di più su questo hotel leggi la nostra recensione qui. 

bankok hotel

Il balcone con addirittura una sedia a dondolo ha una vista sui grattacieli della città che di notte si accende grazie alle luci della metropoli.

bangkok vista terrazza

Dopo un veloce giro della piscina panoramica all’ultimo piano dell’edificio, fiore all’occhiello dell’hotel…

piscina panoramica

 

…ci cambiamo e prendiamo la Bts, il sistema di treni sopraelevati molto comodo per girare con i mezzi pubblici e saltare il traffico infernale di questa città, per arrivare in uno dei centri commerciali più vecchi è convenienti, l’Mbk Center, la fermata è National Stadium e si può accedere al mall direttamente dalla stazione.

centro commerciale bangkok

Questo centro è uno dei miei preferiti, qui si trovano ancora i prezzi migliori per i souvenir e per del buon cibo nelle food court, dalla mia ultima visita qualche anno fa è stato rinnovato, i suoi 7 piani sono immensi e le ore passano veloci tra shopping e cibo thai.

L’ultima volta che sono stata in questo mega centro commerciale che ha i prezzi più convenienti della città, sono andata via con l’amaro in bocca, ero in gruppo e non avevo avuto il tempo che volevo per girare i vari piani quindicstavolta me la sono voluta prendere comoda, con il mio compagno ci siamo addirittura divisi, lui è andato al piano della tecnologia e fotografia mente io ho girato i vari piani tutto il tempo che volevo, trovato le t-shirt da portare in regalo a mio papà a 99 bath e preso un bel caftano in viscosa per me.

Per cena ci fermiamo nella rinomata food court internazionale dove potete trovare cibo Thai ma anche italiano, libanese, cinese a buon prezzo e sopratutto pulito. Finalmente mangio il dessert che stavo aspettando da quando ho deciso di tornare in Thailandia, il mango e sticky rice!!!!!!!!

cibo bangkok

Questo dolce è composto da mango dolce tagliato a fette con del riso glutinoso cotto con il cocco e servito con una salsa di cocco. #UNADELIZIA

Il giorno seguente lo dedichiamo alla scoperta del Palazzo reale, dove torno molto volentieri sempre; chiamiamo un taxi con l’applicazione Grab e con pochi Baht arriviamo all’entrata.

Taxi  a Bangkok

Apro una piccola parentesi sui mezzi di trasporto. Ho usato spesso l’applicazione Grab non solo per chiamare un taxi ed evitare di discutere con l’autista sull’uso del tassametro, ma anche per calcolare il costo della tratta e capire se sarebbe convenuto usare i mezzi pubblici come metro o Bts.

Per quel che ho potuto ho preferito sempre i mezzi pubblici, perchè Bangkok è una delle città più trafficate al mondo, per pochi metri ci si possono impiegare ore, i treni sopraelevati o la metro permettono di saltare tutto questo.

Il Palazzo Reale di Bangkok

Una delle attrazioni da non perdere è proprio il Grand Palace,  non potete venire in questa città e non visitarlo. Situato nel cuore di Bangkok era l’antica residenza del re Rama I e del re Rama V durante il regno di Rattanakosin. Oggi è utilizzato per ospitare cerimonie reali e accogliere gli ospiti del re.

 

L’architettura è impressionante, i giardini sono bellissimi, ed è sede di uno dei templi più notevoli in Thailandia.

Il biglietto negli anni è aumentato, ora costa 500 baht, non facciamo assolutamente fila per comprarlo nonostante le varie recensioni che ho letto ultimamente. Passiamo anche il rigidissimo dress code, il palazzo essendo un luogo sacro ha le sue regole, niente spalle e gambe scoperte, sia per gli uomini sia per le donne.

Royal Palace Bangkok

Il complesso di edifici è bellissimo e con parecchia folla al suo interno, le costruzioni dorate sono magnifiche e sotto il sole cocente brillano incredibilmente. #FACALDISSIMO

bangkok

Il Wat Phra Kaew ovvero il Tempio del Buddha di Smeraldo, uno dei più importanti di tutta la Thailandia è circondato da molte persone, la piccola statua del Buddha è alta mezzo metro,i suoi abiti vengono cambiati secondo le stagioni, non si può fotografare se non da fuori, ed è uno dei luoghi dove vedrete numerosi thailandesi porgere omaggio e pregare.

bangkok viaggio

Finita la visita al Palazzo Reale sfidiamo l’afa e il caldo umido e andiamo a piedi al vicino tempio del Buddha Sdraiato, per fortuna è nuvoloso e in poco tempo siamo lì;

Wat Pho

Bangkok tempi

Questo Buddha gigante è una delle tappe imperdibili di Bangkok, interamente ricoperto da foglie d’oro lungo 43 metri e alto 15, nel complesso è presente anche la più antica scuola per massaggi della Thailandia e si può anche usufruire dei massaggi ad un ottimo prezzo.

L’entrata costa 100 baht con una bottiglia d’acqua inclusa, troviamo una bella festa locale nei suoi giardini, con bancarelle e articoli artigianali in esposizione.

La nostra visita al Wat Arun, il tempio dell’alba salta per mancanza di tempo, dobbiamo rientrare perché questa abbiamo un tour molto particolare.

Il tempo di un pranzo veloce, un bagno in piscina e siamo già pronti per prendere la BTS e andare al punto d’incontro del divertentissimo Tour notturno in Tuk Tuk con Expique.

Il Racconto Continua qui

Condividi

Sull’Autore

Mi chiamo Konsuelo, Kappa per gli amici sono un appassionata viaggiatrice, co-founder della Cinetica Video Service società di produzione audiovisiva, insieme ad Alessandro il mio compagno di Vita di lavoro e di avventure viaggiamo in tutto il mondo sia per lavoro che per passione; Abbiamo deciso di creare Karoundtheworld per condividere le nostre esperienze ed essere utili a chi come noi vuole visitare una meta in particolare.

Lascia un commento

cinque × 3 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.