Alla scoperta di Quito in Ecuador – Cosa fare e vedere

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

 

L’Ecuador è noto per un viaggio alle Galapagos ma Quito la sua capitale è una città sorprendente e tutta da vedere

Nonostante la sua fama di città poco sicura, Quito è diventata una delle principali destinazioni in Sud America, visitarla con il giusto Tour Operator e un comune buon senso di base renderà le giornate qui molto piacevoli. Oltre alle attrattive cittadine è un ottima base per esplorare i parchi nazionali circostanti.

Visitare Quito

Per visitare la capitale dell’Ecuador e i suoi dintorni ci siamo affidati ad un Tour operator locale che ci ha portato in giro per un paio di giorni nei luoghi più interessanti.

La Responsible Travel è specializzata nei viaggi in Ecuador e Galápagos, offre vari tipi di esperienze da quelle culturali e avventurose alle rilassanti vacanze al mare. Inoltre sia nei loro uffici che le guide parlano Italiano.

Affidarsi ad un agenzia locale seria permette di vivere a pieno l’autenticità di un posto, di avere consigli su come e dove muoversi e vedere in poso tempo al meglio la zona.

Cosa Vedere a Quito

La nostra prima giornata a Quito è iniziata con la nostra Guida Pablo, un gentile ragazzo che ci è venuto a prendere in hotel e ci ha guidato per tutta la città, raccontandoci storia, aneddoti e curiosità .

  • Centro Storico

Abbiamo iniziato con il centro storico, una vera chicca perfettamente conservata. Il centro storico di Quito è il quartiere antico della città. È stato nominato patrimonio culturale dell’UNESCO grazie alle sue piazze coloniali, ai bei negozi locali, i ristoranti e all’architettura colorata lungo le strade di ciottoli. Iniziando in Plaza Grande, dove c’è anche il Palazzo Presidenziale essendo molto centrale è perfetta come inizio per esplorare a piedi.

  • Le Chiese di Quito

Sono diverse le chiese storiche si trovano in centro, ognuna con il proprio stile distinto. Da Plaza Grande la più vicina è La Compania de Jesus del XVII secolo. La chiesa è completamente ricoperta d’oro ed è una delle principali attrazioni da vedere nel centro storico di Quito.

quito

Nella Plaza de San Francisco si trova la chiesa cattolica romana di San Francisco, sede della Vergine di Quito e di molte altre opere d’arte della Quito School of Art.

Pur non essendo nel centro della città vecchia, la Basilica del Voto Nacional è arroccata su una collina a pochi minuti a piedi dalla principale area pedonale.

Questa chiesa cattolica romana gotica ha animali ecuadoriani per gargoyle e gigantesche vetrate colorate. Si può anche salire fino in cima alle torri per ammirare il panorama circostante e non perdetevi il grande rosone colorato con raffigurate le orchidee locali.

Tra una chiesa e un’altra abbiamo fatto uno stop goloso su indicazione della nostra guida in uno dei negozi in cui il cacao è protagonista, da Republica del Cacao dove ci siamo concessi un bel gelato.

La Ronda

Altra zona da non perdere è Calle de la Ronda che è più di un bel posto per scattare foto. Questa strada di ciottoli nel centro storico è fiancheggiata da botteghe artigiane, caffè e gallerie d’arte. Con il passare della giornata è più vivace e ospita eventi culturali e culturali in corso durante tutto l’anno.

Qui ho avuto modo grazie a Pablo che me l’ha consigliata di assaggiare l’empanada de Viento una delizia fritta.

I mercati colorati

Una delle cose che cerco di non perdermi mai sono i mercati locali, è qui che la vita vera scorre, inoltre questo paese è ricco di frutta e verdura che volevo conoscere. Pablo la nostra guida ci ha portato in un mercato lontano dai circuiti turistici per farci apprezzare l’autenticità del posto.

La vergine del Panecillo

Quito è tutta questione di elevazione, la città si trova ai piedi delle Ande a un’altezza di 2850 m.

Vicino al centro storico, El Panecillo è una grande collina arrotondata con una statua della Vergine Maria alata. La statua può essere vista da molti punti della città.

Non è solo un popolare belvedere ma è anche un simbolo della città. La Vergine è la protettrice e la guardiana, la sua particolarità sono proprio le ali che si discostano dall’iconografia classica della Madonna.

Mitad del Mundo e il Museo Intinan

L’attrazione più popolare a Quito è l Monumento Mitad del Mundo che segna l’equatore, sembra anche essere il monumento più visitato dell’Ecuador.

Si trova a venti minuti da Quito e nel parco il Monumento e la linea equatoriale sono i protagonisti, creato per la missione franco-spagnola che nel XVIII ha determinato all’epoca l’esatta posizione del centro del mondo, a quanto pare però da le moderne misurazioni la vera linea si trova a poche centinaia di metri a nord.

La vera linea dell’equatore si trova al Museo de Sitio Intinan che si concentra non solo sull’equatore ma anche sulle tribù native dell’Ecuador con mostre e repliche.

Una zona molto divertente è quella legata alle diverse attività scientifiche basate sui diversi emisferi come quella della dimostrazione dell’effetto Coriolis o cercare di bilanciare un uovo sulla testa di un chiodo.

Cosa Vedere partendo da Quito

Nella nostra seconda giornata insieme a Responsible Travel ci siamo avventurati sempre con Pablo verso le Ande, abbiamo percorso la Panamericana per andare verso la zona del Cotopaxi.

Il Cotopaxi è un famoso parco nazionale, casa dell’omonimo vulcano attivo. Qui siamo a una bella altitudine di 3000 m, siamo nellla cordigliera delle Ande e qui la natura è selvaggia.

Oltre al vulcano e ai vari trekking nel parco potete avvistare cavalli liberi e il famoso Condor.

Lasciando il parco abbiamo visitato un mercato indigeno a Zumbahua, si svolge ogni sabato nella piazza del villaggio, eravamo gli unici visitatori e per me è stato come essere in un negozio di caramelle per un bimbo. Colori, profumi, gente locale impegnata negli acquisti. Ho adorato ogni angolo.

Quilotoa

Ultima destinazione della nostra gita giornaliera è stata la laguna di Quilotoa, uno dei laghi vulcanici più spettacolari del mondo.

Situato nelle Ande ecuadoriane occidentali, Quilotoa è in realtà una caldera di vulcano crollato. L’area vanta viste panoramiche , acqua blu elettrico e l’opportunità di fare trekking, andare in kayak o anche solo passeggiare.

Sicuramente una tappa imperdibile se vi trovate a Quito e volete fare una gita di un giorno.

Quito ci ha sorpreso e grazie a Responsible Travel siamo riusciti a visitarla al meglio in pochi giorni, se volete contattarli potete farlo direttamente dal loro sito :

Condividi

Sull’Autore

Mi chiamo Consuelo sono una Travel reporter e appassionata viaggiatrice, co-founder della Cinetica Video Service società di produzione audiovisiva con la quale portiamo il pubblico in giro per il mondo virtualmente

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.