Chefchaouen – La città blu – Guida essenziale

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Chefchaouen, famosa come la città blu del Marocco è una delle mete che ho in mente di vedere a breve.

Se frequentate il social Instagram vi sarà sicuramente capitato di vedere qualche foto scattata in un vicolo o nelle strade di questo incredibile luogo, si capisce subito dove sono state scattate dal blu dello sfondo.

La prima cosa che dicono si noti a Chefchaouen è la relativa pace e tranquillità, l’intera città è dipinta in vivide tonalità di blu, dal vivo sembrerebbe ancora più abbagliante di quanto la faccia apparire Instagram.

Le Origini di Chefchaouen

marocco città blu
Fondata nel 1471, la tradizione di dipingere gli edifici deriva dalla comunità ebraica che vi si stabilì nel XV secolo dopo essere stata espulsa dalla Spagna, per simboleggiare il paradiso a cui aspiravano dopo essere fuggiti dall’Inquisizione.

Oggi la città è abitata da gente berbera e musulmani, oltre ai discendenti degli ebrei originari, che vivono tutti in armonia.

Come Arrivare

Prima di tutto bisogna dire che è piuttosto remota la localizzazione di Chefchaouen, le città più grandi vicine sono Tangeri e Fez, raggiungibili in due o quattro ore.

Ciò significa che viene spesso saltato dai viaggiatori che si concentrano su Marrakech e il Sahara. Questo posto però sta crescendo in popolarità quindi temo che a breve la tranquillità di cui tanto si parla svanirà.

Arrivare in autobus

Ci sono bus frequenti da Fez e Tetouan e anche da Casablanca, Rabat, Meknes, Tangeri e Ceuta.

Gli autobus locali che percorrono la tratta da Fez a Tetouan / Tangeri fermano a Derdara (a 8 km di distanza), dove è possibile prendere uno dei frequenti grandi taxi per 5 Dh.

Con il taxi

Se venite a Chefchaouen da Tangeri, ci sono alcune compagnie che offrono trasferimenti privati ed escursioni con auto private, minivan e autisti che parlano inglese.

Con le visite guidate

Ci sono diverse agenzie che organizzano day trip verso la città Blu, specialmente se partite da Fez avrete l’imbarazzo della scelta.

La zona Blu di Chefchaouen

strade blu

La zona dove tutto è blu è la medina, porte, muri, finestre interamente dipinti. L’intera città vecchia è completamente senza auto e facile da girare.

Altre città marocchine sono un po’ stressanti a causa dei molti venditori assillanti, a causa del caldo umido e del caos. Chefchaouen, al contrario, offre un aria di montagna fresca, acqua di sorgente e una bellezza e un ritmo più paragonabile alle isole greche rispetto a quello del Nord Africa.

Cosa Vedere

città blu marocco

Città vecchia e Medina

Lo shopping in questa bellissima città blu è una delle sue maggiori attrazioni turistiche. Potrebbe non essere vario o grandioso come nelle grandi città di Fes, Marrakech e Casablanca, ma Chefchaouen vanta un souk tradizionale molto bello.

Museo della Kasbah

Nel centro della medina si trovano i bellissimi giardini andalusi, un’oasi verde e tranquilla. All’interno di questi giardini si trova il Museo Etnografico, noto come il Museo della Kasbah, che invita i visitatori a esplorare la sua collezione di manufatti che raccontano la storia della regione di Chefchaouen, dalla ceramica agli strumenti musicali. Una visita qui è d’obbligo per conoscere la storia e la cultura di questa bellissima città.

Piazza Uta el-Hammam

Ogni città marocchina ha la sua piazza, e Chefchaouen non fa eccezione. Plaza Uta el-Hammam vanta un ambiente che è una fusione tra influenze arabe e spagnole. Un grande punto centrale che può essere un ottimo posto per rilassarsi, o semplicemente ammirare le maestose montagne che si affacciano di fronte.

La Grande Moschea

La Grande Moschea di Chefchaouen è popolare tra i turisti, forse grazie al suo minareto ottagonale unico. La moschea è uno degli edifici più importanti della città ed è assolutamente da non perdere, anche se tenete presente che solo i musulmani possono entrare.

Le cascate d’Akchour

Oltre le strade blu a circa 30 minuti in taxi dal centro della città, si trova un invitante percorso turistico che, dopo una bella passeggiata, conduce i visitatori a cascate mozzafiato. Le acque cristalline sono in linea con il tema blu della città, e i visitatori possono fare un tuffo nelle piscine rocciose o ammirare le maestose cascate.

Consigli per Visitare Chefchaouen

  • Portate dei contanti

in città negozi e ristornati accettano quasi esclusivamente soldi contanti e

trovare un bancomat nella medina sembra sia impossibile.

  • Rispetto per le persone locali

La città è di base mussulmana, perciò si consiglia anche  di vestire in maniera adeguata senza troppe scollature o abiti succinti, inoltre si consiglia di non fare i paparazzi con le persone che vivono qui e evitare le foto troppo moleste.

Buon Viaggio!!

Condividi

Sull’Autore

Mi chiamo Konsuelo, Kappa per gli amici sono un appassionata viaggiatrice, co-founder della Cinetica Video Service società di produzione audiovisiva, insieme ad Alessandro il mio compagno di Vita di lavoro e di avventure viaggiamo in tutto il mondo sia per lavoro che per passione; Abbiamo deciso di creare Karoundtheworld per condividere le nostre esperienze ed essere utili a chi come noi vuole visitare una meta in particolare.

2 commenti

Lascia un commento

cinque × 5 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.