Una giornata al Rainbow Magicland

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Di solito io e Alessandro in questo periodo siamo in viaggio, quest’anno non siamo riusciti a partire così per passare una giornata diversa abbiamo pensato di andare a visitare un parco divertimenti poco distante da noi.

A Valmontone una 50ina di km da Roma qualche anno fa è stato aperto il ‘ Rainbow Magic Land’ , un parco tematico tutto italiano .

Nelle recensioni avevo letto pareri abbastanza negativi, ma io sono come San Tommaso se non vedo non credo! Oltretutto in questi giorni il parco era a tema Halloween e quindi la mia curiosità e anche nostalgia per gli Stati Uniti e questa ricorrenza mi hanno spinto a prendere l’autostrada che porta al Rainbow ed investire € 35 a testa per entrare più 5 euro di parcheggio.

All’entrata un allestimento stile Horror ci da il benvenuto e ci ricorda che è HALLOWEEN, peccato che le decorazioni nel resto del parco non fossero così speciali, mi aspettavo qualcosa di meglio onestamente.

halloween Rainbow magiclandRainbow Magic Land

Le prime due attrazioni che visitiamo complice anche la bella giornata sono quelle in cui ci si bagna, YUCATAN e RAPIDE, molto divertenti entrambe, noi ci eravamo premuniti di impermeabile da casa per evitare di inzupparci come pulcini ma all’entrata vendono in macchinette automatiche degli impermeabili di plastica usa e getta, non illudetevi però vi bagnerete comunque un po’, se vi volete asciugare all’uscita delle attrazioni c’è una macchina tipo ‘ACIUGACAPELLI GIGANTE’ €2,00 ed in un minuto vi asciuga.

yucatan Rainbow magic land

La fila per le attrazioni a metà mattinata inizia a essere lunga, noi proviamo Huntik 5d , Cagliostro, Maison Houdini , ma non ci entusiasmano, di sicuro più adrenaliniche sono le attrazioni per coraggiosi come le chiamano qui, ovvero i vari tipi di montagne russe come L’olandese volante, Shock o Mystica.

In tema Halloween proviamo il percorso del terrore all’interno del castello di Alphea, buio totale e attori che cercavano di spaventarci.

Forse l’unica cosa che ci è piaciuta molto è stato il Planetario in 5d, nonostante la disorganizzazione varia senza orari precisi, l’attesa di quasi mezz’ora in un corridoio stretto con bambini che poverini non ce la facevano più .

Chi va non i bambini ha a disposizione un area con giostre semplici adatte anche ai più piccoli.

Se ne avrete il tempo, ci sono anche spettacoli  nei vari teatri .

La nostra è stata una giornata carina e spensierata ma di sotto delle nostre aspettative.

A questo link trovate il sito ufficiale del parco per avere tutte le info che volete.

Condividi

Sull’Autore

Mi chiamo Konsuelo, Kappa per gli amici sono un appassionata viaggiatrice, co-founder della Cinetica Video Service società di produzione audiovisiva, insieme ad Alessandro il mio compagno di Vita di lavoro e di avventure viaggiamo in tutto il mondo sia per lavoro che per passione; Abbiamo deciso di creare Karoundtheworld per condividere le nostre esperienze ed essere utili a chi come noi vuole visitare una meta in particolare.

Lascia un commento

due × quattro =